Comunicazione
Dopo la chiusura del nostro ex gestore download, alcune guide sono sprovviste di download programma. Alcuni download vengono forniti su richiesta.

ATTENZIONE: alcune guide sono fornite solo a scopi didattici e illustrativi, quindi applicandole potreste vìolare la licenza d’uso del software o hardware.
ATTENZIONE: ogni spiegazione data e' correttamente testata ed eseguita da personale esperto e qualificato nell' informatica, quindi non ci assumiamo nessuna responsabilità in una mancata esecuzione della guida!.

Valutazione discussione:
  • 1 voti - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Cos’è il Registro di Sistema di Windows?
04-08-2010, 10:00 AM, (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 03-08-2016, 01:47 PM {2} da Anco1993.)
#1
Cos’è il Registro di Sistema di Windows?
Non c’è niente di più misterioso su un PC Windows che il Registro di sistema, e oggi vi spieghiamo esattamente che cos’è, come funziona, e se necessario come pulirlo, ma vedremo anche di Sfatare alcuni miti diffusi col tempo. Lo sappiamo bene, quando il PC diventa più lento “gratta” continuamente il disco fisso alla disperata ricerca di dati ficcati chissà dove, la soluzione a questi grattacapi risiede nel registro di sistema. Si tratta, in soldoni, di un grosso archivio comprendente decine e decine di variabili, attribuite all’hardware e al software installato nel tuo computer. Come ogni variabile che si rispetti, anche queste assumono diversi valori, e possono essere modificati in due modi: automaticamente da una applicazione installata, oppure manualmente attraverso un apposito “editor”, Regedit.

E’ MEGLIO SAPERE

Agire sul Registro di Sistema ha i suoi indubbi vantaggi, ma anche qualche pericolo di troppo. Se da una parte abbiamo la possibilità di modificare le impostazioni che permettono di velocizzare e migliorare la stabilità (e sicurezza) del sistema, dall’altra c’è il rischio di inserire valori che potrebbero danneggiare seriamente, per non dire definitivamente, il sistema operativo. Le Variabili del Registro, infatti, appena cambiate vengono immediatamente utilizzate. Non esiste un comando “Salva” o un “Applica”, si cambia un valore e immediatamente se ne vedano gli effetti. Inoltre non esistendo il comando Undo, ogni errore si paga caro.

Quali sono gli argomenti trattati in questo articolo ?

* Come si accede al registro di sistema e qual’è il significato delle chiavi ?
* Le modifiche del registro di sistema e le variabili
* Che cosa sono questi file Reg ?
* Come fare il backup del registro di sistema ?
* Come aggiungere, eliminare e trovare le chiavi nel registro di sistema ?
* Bisogna fidarsi dei software che promettono di pulire il registro ?
* E’ utile deframmentare il registro di sistema ?
* Com’è possibile creare Hack di registro ? esiste un programma per individuare a quali chiavi fa riferimento una voce di Wndows o un programma ?

COME SI ACCEDE AL REGISTRO DI SISTEMA E QUAL E’ IL SIGNIFICATO DELLE CHIAVI ?

Ok, ora smettila di tremare: se seguirai i nostri consigli potrai accedere tranquillamente a questa preziosa risorsa. Per utilizzare il Registro, come detta, devi avviare regedit. Ti basta cliccare sul comando Start e scegliere quindi Esegui, inserendo Regedit e cliccando su Ok. In alternativa baserà premere la combinazioni di tasti Windows + R.

E che cosa vedi ? Un bell’editor ! Bè, a dirla tutta l’interfaccia non è delle più amichevoli, ma noi uomini duri non ci facciamo certo scoraggiare facilmente! Pensa a Regedit come ad un vero e proprio editor, sullo stile di Word, Non ci credi ? Guarda la barra in alto: ci sono i menu File, Modifica, Visualizza e addirittura quella Preferiti. Niente di strano quindi. La novità è rappresenta dalla banda sinistra dello schermo, che ha l’aria di essere una sorta di “browser”. E infatti lo è.

Le voci sul lato sinistro iniziano tutte col prefisso HKEY, e vengono definite, appunto, Chiavi. Ognuna ha delle sottoramificazioni, chiamate giustamente SottoChiavi. Se apri tutte le chiavi e relative sottoramificazioni arriverai prima o poi a voci non più “espandibili”, bene, da queste, sulla destra, giungerai rapidamente alle Variabili. Ma andiamo con ordine, qual è il significato delle chiavi ?

* HKEY_CLASSES_ROOT Contiene in genere operazioni dell’intefaccia di Wndows (copia e incolla, taglia, etc..)
* HKEY_CURRENT_USER Nasconde le variabili relative a chi utilizza il computer e le sue personalizzazioni al sistema. Ad esempio, la sottochiave Keyboard Layout contiene informazioni relative alla tastiera.
* HKEY_LOCAL_MACHINE Si prende invece cura dei parametri software e hardware comuni a tutto il sistema e agli utenti che lo utilizzano. Tra le sotto chiavi più importanti Config per i parametri di configurazione, ma va? e Securty per la sicurezza delle connessioni.
* HKEY_USERS Governa le impostazioni del desktop.
* HKEY_CURRENT_CONFIG Presiede alle funzioni dell’hardware correntemente utilizzato dai sistema (è legato strettamente a HKEY_LOCAL_MACHINE)

LE MODIFICHE DEL REGISTRO DI SISTEMA E LE VARIABILI

Guarda la schermata che ti abbiamo riportato in grande: se dicchi ad esempio su Console, ottieni sulla destra una serie di Valori. Queste sono proprio le Variabili riferite alla Sottochiave Console. Se fai un doppio clic col tasto sinistro del mouse su di una variabile, appare un box che ti permette di cambiare il suo Valore. Puoi notare che il valore può essere inserito in formato Esadecimale o Decimale, previa sezione della “base“. Effettuata la modifica clicca su Ok, ma attenzione, ricorda che a quel punto la modifica viene eseguita immediatamente. Niente di preoccupante in questo esempio, visto che al più andremo a modificare la grandezza dei font della console, ma pensa se quei valori avessero a che fare con le impostazioni relative alla memoria, un solo errore e sarebbero cavoli di Bruxelles, garantito.

Dunque ripetiamo (e non sbuffare!).Regedit è prima di tutto un browser con il quale navigare attraverso una struttura ramificata di Chiavi e Sottochiavi. L’ultima sottochiave di ogni categoria da accesso alle Variabili che possono essere modificate inserendo un opportuno valore Decimale o Esadecimale.

Fatta questa premessa vediamo di conoscere queste chiavi ! Ora sorge spontanea una domanda: come è possibile conoscere tutte le variabili configurabili attraverso Regedit ? Apprenderle manualmente è praticamente impossibile. Meglio quindi affidarsi ad apposite Utility che ti segnaliamo più avanti. Una cosa abbastanza utile da sapere è che il registro è molto simile nelle varie versioni di Windows e, sebbene in queste pagine ci riferiamo a Seven ti troverai in molte situazioni un felice deja-vu anche con Windows 95/98/Me/XP/Vista.

CHE COSA SONO QUESTI FILE .REG ?

Se navighi quotidianamente su siti di Tweaking, come il nostro, ti sarai certamente imbattuto in un file .Reg, che qualcuno offre come un modo per aggiungere rapidamente un ambiente al Registro di sistema. Questi file non sono altro che semplici file di testo che contengono istruzioni per l’utilità regedit, per aggiungere, modificare o rimuovere le chiavi nel Registro di sistema, senza errori di battitura che possono causare crash di sistema.

La mia raccomandazione, prima di applicare qualsiasi di questi file, è di aprirli con un editor di testo per vedere quello che realmente contengono, ma in generale, l’applicazione di un file. Reg è molto più facile e sicura che apportare manualmente le modifiche al Registro di sistema, a condizione che vi fidiate della fonte.

COME FARE IL BACKUP DEL REGISTRO DI SISTEMA ?

Arriviamo al dunque, dato che ti vedo piuttosto “ingrifato”, imparando a modificare il registro. Dato che l’attenzione non è mai troppa, ti consiglio per prima cosa di effettuare un backup del tuo attuale registro. E’ un’operazione semplice che ti permetterà di tornare al punto di partenza in caso di modifiche troppo “spinte”.

Vai nel menu File/Esporta e, nel box che apparirà, abbi cura di selezionare Tutto nella voce Intervallo di esportazione. Poi come al solito scegli nome e cartella per il file da salvare e clicca su Salva. Se vuoi esportare una singola Chiave, basta evidenziare la medesima e, con un clic destro selezionare Esporta. Tutto a posto ? Ora sei libero (bé, quasi) di modificare le variabili. In caso di errore non perdere un istante di tempo e corri su regedit e dal menu File seleziona Importa.



Fonte: chicchedicala
ATTENZIONE: ogni spiegazione data e' correttamente testata ed eseguita da gente esperta nell' informatica, quindi non ci assumiamo nessuna responsabilità in una mancata esecuzione della guida!.
ATTENZIONE: alcune guide sono fornite solo ad avere fini didattici, quindi applicandole potreste vìolare la licenza d’uso del software!.
ATTENZIONE: e' severamente vietato copiare in modo totale o parziale le guide etc, presenti nel sito!.

[Immagine: r0yz3p.jpg]


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)