Comunicazione
Dopo la chiusura del nostro ex gestore download, alcune guide sono sprovviste di download programma. Alcuni download vengono forniti su richiesta.

ATTENZIONE: alcune guide sono fornite solo a scopi didattici e illustrativi, quindi applicandole potreste vìolare la licenza d’uso del software o hardware.
ATTENZIONE: ogni spiegazione data e' correttamente testata ed eseguita da personale esperto e qualificato nell' informatica, quindi non ci assumiamo nessuna responsabilità in una mancata esecuzione della guida!.

Valutazione discussione:
  • 1 voti - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Guida all’etichettatura di supporti ottici [Cd/Dvd-Paint.net-Nero Cover Designer]
01-08-2010, 02:55 PM, (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 02-08-2016, 02:41 PM {2} da Anco1993.)
#1
Guida all’etichettatura di supporti ottici [Cd/Dvd-Paint.net-Nero Cover Designer]
VOLEVO SOTTOLINEARE CHE PER UTILIZZARE LA TECNICA DI SCRITTURA NEL LATO OPPOSTO DEL CD/DVD E RENDERLO ETICHETTATO COME QUELLI ORIGINALI BISOGNA AVERE UN SUPPORTO OTTICO COMPATIBILE CON LA FUNZIONE LightScribe ED USARE DEI CD/DVD APPOSITI PER LA FUNZIONE LightScribe...

GUIDA
Ogni tanto pecchiamo di presunzione anche davanti a dei semplici CD appena masterizzati, e pensiamo che non sia necessario scriverci sopra una nota che faccia capire quello che c’è dentro… siamo convinti che lo ricorderemo anche in un secondo momento! E invece non è così: non è raro trovare interi “spindle” di CD (le cosiddette “campane”) già masterizzati e dal contenuto assolutamente ignoto.E non è sufficiente scrivere sulla confezione trasparente ciò che il disco contiene: quando lo si utilizza, infatti, basta non riporre immediatamente il supporto, e la frittata è fatta. Il modo migliore per sapere sempre cosa c’è in un CD o in un DVD masterizzato è scrivercelo sopra. Ecco quindi una guida per capire quale sistema sia più adatto alle vostre esigenze: la maggior parte delle soluzioni indicate valgono sia per i CD sia per i DVD. Nel test parleremo genericamente di “CD” o “dischi”, intendendo entrambe le tipologie di supporti (tranne dove diversamente indicato, naturalmente). Sono molti i modi in cui si può scrivere su un CD. Si va dal semplice pennarello (tecnica che richiede comunque le sue precauzioni) alla stampa diretta sul disco attraverso lo stesso laser del masterizzatore, passando per alcune soluzioni intermedie come l’applicazione d
i etichette adesive e la stampa sul CD effettuata con una normale stampante a getto d’inchiostro. I parametri in base a cui scegliere non sono molti: la buona riuscita della scritta, la sua durata nel tempo, il costo. A questi vanno aggiunti altri due fattori collegati tra loro, ossia l’impiego che vogliamo fare dei CD e il loro aspetto estetico, ma vediamo insieme come utilizzare due soluzioni delle tante in mercato...

PAINT.NET

1). [Immagine: 1.jpg]
Per realizzare un’etichetta da applicare o un’immagine da stampare direttamente su un CD si può usare un comune programma di grafica. Basta avere per le mani un corretto modello, o essere in grado di crearne uno da zero. In questo caso utilizzeremo, Paint.net, un programma gratuito che può si installa con pochi clic del mouse. Avrete bisogno anche di un plug-in gratuito prelevabile da quì . Il file scaricato, AlignPlugin.dll, va inserito nella cartella Effects, presente nella directory di installazione di Paint.NET, il percorso è C:\Programmi\Paint.NET.

2). [Immagine: 2.jpg]
Dal menu View selezionate la voce Centimetres, per avere a video le corrette unità di misura. Sarà necessario creare un cerchio di 12 centimetri di diametro, 8 per Mini-CD, con un foro di 1,5 cm nel centro. A seconda del tipo di stampa desiderata potete anche impostare un foro di 5 cm di diametro che corrisponderà all’area di plastica trasparente dei dischi registrabili. Aggiungete alla figura un nuovo livello, facendo clic sul pulsante corrisponde nel riquadro Layer. I livelli sono come fogli trasparenti appoggiati sull’immagine, e su ogni livello potete disegnare in modo indipendente dal contenuto di tutti gli altri. Quindi create un cerchio utilizzando lo strumento Elisse nella sezione Tool. Per creare un cerchio basta fare clic con il mouse sul foglio e trascinare il puntatore fino a che le misure indicate in basso a sinistra non sono di 12 cm esatti. Mentre eseguite questa operazione, tenete premuto il tasto MAIUSC, per essere sicuri di tracciare un cerchio perfetto e non un ovale.

3). [Immagine: 3.jpg]
A questo punto entra in gioco il plug-in che avete scaricato: nel menu Effects, come ultima voce, dovrebbe essere presente il comando Align Objects. Basta richiamarlo e, nella finestra che appare, fate clic sul pulsante evidenziato in figura. In questo modo, la figura su cui si sta lavorando viene centrata nel foglio, sia orizzontalmente sia verticalmente.

4). [Immagine: 4.jpg]
Le operazioni che vanno dalla creazione del nuovo livello fino alla centratura dell’immagine vanno ripetute altre due volte, con cerchi di diametro 1,5 e 5 centimetri. La situazione, alla fine della procedura, dovrebbe essere quella visibile nell’immagine qua sopra. Nel menu Layers potete lanciare per due volte consecutive il comando Merge down layers, per creare un unico livello contenente tutte e tre i cerchi, pronti a fare da modello per la stampa del vostro disco. Ora potete creare un nuovo livello (passo 2) e disegnare al suo interno quello che volete, all’interno questo modello: prima della stampa ricordate di disattivare il livello contenente le guide, utilizzando la casella di controlloevidenziata in figura, in modo da non vedere degli antiestetici bordi neri nella vostra stampa.



DOWNLOAD PROGRAMMA



NERO COVER DESIGNER

1). [Immagine: 5.jpg]
Per creare un disco LightScribe o LabelFlash è necessario avere un masterizzatore predisposto, dei dischi compatibili con la tecnologia utilizzata e, non ultimo, di un software in grado di pilotare l’intero processo. Ora vedremo come utilizzare la versione di Nero Cover Designer inclusa nella suite Nero Premium, per capire se il masterizzatore in vostro possesso vi consente la scrittura tramite LightScribe o LabelFlash potete usare il programma di diagnostica Nero InfoTool (in figura) oppure controllare se sul cassetto del masterizzatore sia presente il logo di una delle due tecnologie.

2). [Immagine: 6.jpg]
Il masterizzatore in mio possesso supporta la tecnologia LightScribe, e Nero Cover Designer (lo strumento di disegno della suite) ci presenta immediatamente questa scelta, con diversi modelli disponibili. I modelli sono tutti piuttosto spartani, rispetto a quelli di cui si dispone in caso di una normale stampa su carta: questo perché la stampa con LightScribe (così come con LabelFlash) consente di lavorare esclusivamente su tonalità di grigio, e sono quindi consigliabili motivi geometrici e scritte, non troppo elaborati graficamente.

3). [Immagine: 7.jpg]
Se volete inserire un’immagine di sfondo, dovete avere qualche accortezza. Nel mio caso ho scelto un dipinto di Vasilij Kandinskij. Fate clic sul pulsante di inserimento delle immagini e nella finestra che si apre selezionate il file desiderato. Posizionate con il mouse l’immagine nel punto dove la desiderate ed eventualmente ridimensionatela trascinando i bordi. Se l’immagine ha “coperto” parte del testo, come nel mio caso, fate clic con il tasto destro su di essa, selezionate la voce Disponi e quindi la voce “In basso”. In questo modo l’immagine viene posizionata idealmente dietro le scritte, che tornano visibili. L’immagine è però ancora troppo forte, una stampa monocromatica di questa pagina sarebbepraticamente illeggibile, ma nero offre semplici filtri per situazioni come questa.

4). [Immagine: 8.jpg]
Fate nuovamente clic sull’immagine con il tasto destro del mouse, selezionate il menu Effetti, quindi Regola e infine il comando Contrasto. A questo punto potete dare un nuovovalore al contrasto dell’immagine: muovete l’indicatore con il mouse fino a raggiungere (quasi completamente a sinistra) un valore tra -75 e -90 (attenti al valore negativo!). Quindi fate clic nuovamente sull’immagine, aprite lo stesso menu Effetti e il sottomenu Regola, e passate al comando Luminosità. Il nuovo valore deve essere compreso tra 75 e 90 (senza segno meno). L’immagine dovrebbe ora essere pronta alla stampa; se volete avere un’idea del risultato finale, nel menu File potete utilizzare il comando Anteprima di stampa LightScribe, che vi mostra essenzialmente l’immagine trasformata nella sua versione monocromatica. E ricordate che per stampare con LightScribe dovete inserire nel masterizzatore il CD capovolto, in modo che la faccia superiore possa essere colpita e incisa dal laser.



DOWNLOAD PROGRAMMA NON DISPONIBILE POICHE' A PAGAMENTO..

Fonte: chicchedicala
ATTENZIONE: ogni spiegazione data e' correttamente testata ed eseguita da gente esperta nell' informatica, quindi non ci assumiamo nessuna responsabilità in una mancata esecuzione della guida!.
ATTENZIONE: alcune guide sono fornite solo ad avere fini didattici, quindi applicandole potreste vìolare la licenza d’uso del software!.
ATTENZIONE: e' severamente vietato copiare in modo totale o parziale le guide etc, presenti nel sito!.

[Immagine: r0yz3p.jpg]
03-07-2011, 08:10 PM, (Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 03-07-2011, 08:10 PM {2} da pascolinux.)
#2
RE: Guida all’etichettatura di supporti ottici [Cd/Dvd-Paint.net-Nero Cover Designer]
Prima di leggere questo articolo non avrei mai pensato di fare una etichetta con il laser del masterizzatore
03-07-2011, 08:23 PM,
#3
RE: Guida all’etichettatura di supporti ottici [Cd/Dvd-Paint.net-Nero Cover Designer]
E' si Smile
ATTENZIONE: ogni spiegazione data e' correttamente testata ed eseguita da gente esperta nell' informatica, quindi non ci assumiamo nessuna responsabilità in una mancata esecuzione della guida!.
ATTENZIONE: alcune guide sono fornite solo ad avere fini didattici, quindi applicandole potreste vìolare la licenza d’uso del software!.
ATTENZIONE: e' severamente vietato copiare in modo totale o parziale le guide etc, presenti nel sito!.

[Immagine: r0yz3p.jpg]


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)